December 12

BOXE IN HUNGARY

Sveglia presto lo scorso sabato mattina, mi vesto in fretta, afferro il cappotto uscendo perchè ho un aereo da prendere; Unico bagaglio una borsa con dentro le mie due macchine fotografiche e gran scorta di memorie SD e batterie. La prima tappa è Budapest poi in treno per altri 200km alla volta di Békés un paese del sud, vicino al confine con la Romania; lasciato il capoluogo il paesaggio dal finestrino del treno è un continuo alternarsi di casette sparse e infinita campagna per ore e ore.
Ore 15:30 circa arrivo a destinazione, un taxi mi lascia di fronte ad un Hotel nella città di Békés, varcato l’ingresso basta  qualche passo e  finalmente scorgo ad un tavolo dei volti amici, sono le facce del mio Maestro Leonardo Pasqualetti e Alessio “C” Taverniti accompagnati da Lucian Danilencu, il suo maestro Franco Floridia, Augusto Lauri con il suo atleta Christian “Boz” Bozzoni, veterano del quadrato e protagonista della serata per la sfida al titolo interconinentale WBU nella riunione organizzata dal team di Giuseppe Lauri “Lauri Promotion – THE END”.
Diverse le storie per Lucian ed Alessio che sono invece al debutto sulla scena professionistica, il peso massimo torinese fa calare il sipario in anticipo con una vittoria prima del limite, mentre perde ai punti Alessio “C” Taverniti contro un giovanissimo Bence Molnar che, forte anche del grande supporto del pubblico di casa, supera l’Italiano più in esuberanza che sul piano tecnico dove il nostro atleta si dimostra invece ben preparato e riesce comunque a controllare il match con la guardia sepre alzata e senza correre grandi rischi.

L’incontro clou della serata vede opposti il pugile di casa Zoltan Surman e l’Italiano Christian Bozzoni per la cintura intercontinentale WBU; il match mette testa a testa due puncher di razza purissima che non si risparmiano fino all’ultimo round in un match duro e serrato che, alla fine vede uscire vincitore Surman; “Boz” non si aggiudica la cintura, ma lascia il ring guadagnandosi il rispetto del team avversario e di tutti gli spettatori che numerosi gli si parano davanti per una stretta di mano e un complimento, lungo il rientro agli spoglatoi.

Sabato 7 Dicembre 2013 – Tutti i diritti riservati ©Alessandro Casu

Advertisements