March 15

FINO ALL’ULTIMO ROUND

Venerdì scorso si è svolta presso la palestra APOT 1928 dei fratelli Pasqualetti, la presentazione del libro “FINO ALL’ULTIMO ROUND”; un’insolita localion per presentare un libro…ma non questa volta, non la palestra dedicata al NONNO DEL PUGILATO OTTAVIO TAZZI, il quadrato con le sue 16 corde era il posto giusto per raccontare la straordinaria storia di Giacobbe Fragomeni, da ragazzo sbandato a campione del mondo dei massimi leggeri WBC; le parole di “Giaco” passano attraverso le dita di Valerio Esposti, amico e giornalista che si incarica di non lasciare dimenticata questa storia, ma di portarla invece ad esempio soprattutto a giovani ragazzi che ancora non sanno cosa a volte possono fare lo sport, la forza di volontà e la determinazione.
La palestra colma di persone dei ranghi più diversi, amici, atleti, ex atleti, piccole e grandi celebrità  tutti seduti uno accanto all’altro incantati ad ascoltare alcuni passi del libro con “lo Scrittore e il Pugile” che hanno trasformato un ring in un palco scenico per più di due ore.

Un momento toccante quando la canzone BOXE A MILANO del cantante Pacifico ha rievocato a tutti il ricordo di Ottavio Tazzi recentemente scomparso, un insegnante di pugilato per molti che lo hanno sentito nominare o ne hanno letto il nome su libri e riviste, qualcosa di più speciale per alcuni dei presenti che lo hanno conosciuto e vissuto, come Leonardo e Domenico Pasqualetti e lo stesso Giacobbe che negli anni trascorsi alla DORIA di Milano hanno col tempo trovato in lui un maestro dentro e fuori dal ring.

Facciamo un passo indietro di qualche ora, prima che la serata avesse inizo;

Essere pugili può diventare certo un lavoro, ma è prima di tutto uno stile di vita e di pensiero, motivo per cui Giacobbe, arrivato in palestra alcune ore prima dell’evento, alla richiesta di qualche consiglio non si è certo esonerato dal fasciarsi le mani ed infilare i guantoni per qualche “amichevole” scambio sul ring con i due fortunati Alessio “C” Taverniti (tecnico sportivo ed atleta) ed Ilaria Scopece (pugile Apot 1928 e Nazionale).

Tutti i diritti riservati ©Alessandro Casu

Advertisements